laudense ausiliatrice – paullese

laudense ausiliatrice – paullese

30/09/2019 Off Di Gabriele Beccaria

Laudense Ausiliatrice – Paullese: 1 – 10

La seconda giornata del campionato Juniores vede scontrarsi, all’ombra del Palazzetto lodigiano, due formazioni provenienti da due diversi contesti: la Paullese, forte della vittoria nella prima giornata, con un pronostico a favore ed una panchina esageratamente lunga (ricordiamo che i cambi operabili sono 5), contro la difficile situazione della Laudense Ausiliatrice, che schiera una rosa corta e che di certo non agevola una circostanza tecnico societaria nota all’ambiente e che va senz’altra recuperata.

La goleada sembra quasi inevitabile a meno di forti scossoni emotivi da parte dei calciatori lodigiani che sembrano ormai, purtroppo, irreparabilmente condizionati da una situazione difficile ma, si spera, sanabile.

Disgraziatamente non è così e si assiste ad una partita a senso unico, umiliante e che costituisce, con tutti i nostri dubbi, una “dura reprimenda” per la squadra casalinga. Si premedita fin da subito, al terzo minuto, l’andamento della gara con una punizione sulla trequarti che, con dei pasticci difensivi, porta al primo gol per la Paullese.

Dopo la prima mezz’ora il parziale è di 0-5. L’espulsione del numero 11 (Gerdeci Redi) per un fallo di frustrazione non si fa attendere. Paradossalmente la Laudense gioca “meglio” ma alla fine del primo tempo il punteggio è di 1-7. Qualche contropiede (come quello, pur bello, realizzato da Ibharokhonre Joseph) non può nascondere una brutta, terribile prestazione della formazione di casa.

 

Si rientra in campo con qualche mugugno (è normale), con la squadra ospite che non infierisce più di tanto: si fa fatica a tenere il conto dei gol, ma alla fine la partita termina sul 1-10, con le reti che sarebbero potute aumentare, ma “va bene così”.

 

Da sottolineare le prestazioni dei numeri 10 (Collacchi Andrea) e 9 (Tarantino Fabio), paullesi che hanno saziato le loro personali statistiche a suon di doppiette ed assist del primo e di poker di gol del secondo.

Gli auguri sono, ovviamente, che la Laudense Ausiliatrice possa ritrovare entusiasmo per rendere la stagione (dopotutto siamo solo all’inizio) più decorosa, con la speranza che possa riuscire a riprendersi al più presto.

Interpellato il direttore della nostra testa giornalistica, Eugenio Lombardo, che conosce bene casa Laudense Ausiliatrice, egli ha così commentato il risultato: “Mi sorprende molto un passivo così pesante. Conosco e stimo mister Cristiano Massari, uno che sa di pallone, e sa fare giocare bene le proprie squadre. Non ha certo bisogno della nostra difesa d’ufficio.

Se i ragazzi lo seguono, avranno i mezzi per risalire la china: indossare quella maglia significa onorare una delle società più rappresentative del territorio.”

Invece in serata è arrivata la notizia che mister Massari ha lasciato la guida del suo gruppo. Paga per tutti, come sempre, l’allenatore di fronte al disastroso avviso della squadra.

Può invece sorridere la Paullese, sempre più forte, organizzata ed affamata.