montanaso – lodivecchio

montanaso – lodivecchio

06/10/2019 Off Di Eugenio Lombardo
montanaso-lodivecchio

Montanaso – Lodivecchio: 1 -0

E’ stata una partita bellissima, forse di più: da tempo non vedevamo uno spettacolo così coinvolgente, dunque complimenti al Montanaso e al Lodivecchio; ora, la squadra di mister Quazzoli si conferma sulla scia del Casalpusterlengo in vetta, mentre quella di mister Chitti arretra dalle posizioni di vetta, ma sa che può agevolmente ambire ad inserirsi nella lotta dei play off.

Due bellissime squadre, che hanno giocato alla pari, anche se poi alla fine ha prevalso la maggiore vivacità del Montanaso, che sull’asse dei fratelli Mbaye ha messo effervescenza, talento, forza: sopratutto di Ibu, premiato dall’omaggio del Calicantus, abbiamo scritto sulla nostra pagina facebook, davvero un giocatore con i fiocchi, straordinario.

Il Lodivecchio ha fatto, comunque, la sua partita, orchestrato da un eccellente Lupi, ma ha forse pagato la scarsa vena di Rubayita, mentre lo stesso Tiziano Grandi nella prima frazione di gioco non sempre ci è apparso del tutto in partita, riscattandosi invece nella seconda parte.

Montanaso nel consueto abbigliamento nero, con maglia sulla parte superiore a striscia bianca e rettilineo verde, Lodivecchio nella tradizionale casacca biancorossa e pantaloncini bianchi. Squadra del Lodivecchio che gioca con la difesa a tre, come nota subito l’attentissimo commentatore tecnico di Gazzetta lodigiana, mister Sandro Mutti, e che imposta con lanci lunghi e verticali dalle retrovie, senza che le mezzali supportino i tempi necessari per dare efficacia all’azione di un incisivo Lupi.

I primi sette attacchi sono per i padroni di casa: ottima l’intesa tra Luisetti e Panepinto, e proprio quest’ultimo si rende pericolosissimo con un tuffo di testa, in piena contorsione, obbligando il portiere Risalvato in una parata a due tempi.

Il Montanaso prova a fare girare la palla, mentre il Lodivecchio cercare di pressa sulla propria alta mediana. E’ sempre Panepinto a rendersi pericoloso, su un lancio di Serafini, ma viene dato in fuorigioco dal direttore di gara.

Bertin si danna l’anima e ruba un pallone a centrocampo, ma l’azione sfuma. Taglietti viene ammonito per protesta ed il Montanaso tira il fiato: comincia a macinare maggior gioco, allora, il Lodivecchio: Lodigiani viene atterrato da Lettieri, che rimedia un giallo, ma la punizione calciata da Lupi s’infrange sulla barriera.

Bellissimo scambio tra Ibu e Luisetti, che tira di prima intenzione, ma ancora una volta il portiere del Lodivecchio si supera nella respinta.

Quindi un’occasione ghiottissima per il Lodivecchio: Baiardi libera al tiro Diop, che letteralmente si divora un goal praticamente fatto. Altra bellissima corale azione del Lodivecchio, con tiro di Lodigiani, ad effetto giro, che si perde sul fondo.

Il Montanaso, allora, si scuote, e prima Ibu smarca al tiro Bertin, poi Taglietti scambia con Panepinto, che tira di prima intenzione, anche qui pallone ad effetto giro, che si stampa sulla traversa. C’è anche un’ulteriore occasione: gentile omaggio del difensore Gandini, che fa un involontario assist per l’avversario Panepinto, che si divora la propria occasione.

Le squadre vanno al riposo, dopo avere giocato una prima frazione quasi a specchio per opportunità.

Quando comincia la ripresa ci pensa immediatamente il portiere del Lodivecchio Risalvato ad accendere il gioco: con le mani rinvia direttamente sull’attaccante avversario Luisetti, che libera al tiro l’accorrente Bertin, che però sparacchia sul lato esterno.

Quindi un’azione spettacolare del Montanaso: Samba Mbaye scatena una progressione incontenibile, e lancia il fratello Ibu, che smarca per l’accorrente Serafini: gran tiro e parata del portiere del Lodivecchio.

Ancora Ibu semina lo scompiglio nella difesa del Lodivecchio costringendo il difensore Angiolini a mettere in angolo, dando anche l’impressione di poter infilzare il proprio portiere in quello che sarebbe stato un clamoroso autogol.

Adesso il Montanaso spinge: una bellissima triangolazione Luisetti-Zambelli-Bertin è fermata bruscamente da Marco Lupi, autentico gladiatore.

Ibu è quindi stoppato con le cattive a pochi metri dalla linea dell’area di rigore, sul lato sinistro. Tira la punizione Serafini, un fendente che attraversa tutta l’area di rigore senza che nessuno intercetti la sfera.

Reagisce il Lodivecchio con Diop, abilissimo a sfuggire agli avversari, ma chiuso poi in angolo, con corner facile preda del portiere del Montanaso Cappellini. Altra occasione per i neri di casa con Luisetti, eccellente nello smarcarsi, anticipato dal portiere: qualcuno grida al contatto, ma fa benissimo il direttore di gara Olla a lasciare correre.

Il Lodivecchio prova a vivacizzare il gioco con l’ingresso di Lerbi Spaneshi, che mette esperienza e brio.

Ma il Montanaso passa in vantaggio: Serafini lancia Walter Luisetti, la difesa del Lodivecchio è mal posizionata, e l’attaccante si trova solo, soletto davanti al portiere avversario, ha pure il tempo di prendere la mira ed insaccare imparabilmente sulla destra del portiere.

Neppure l’espulsione, per doppia ammonizione di Lettieri, rivitalizza però il Lodivecchio, che nelle reazioni conta più sui propri nervi che non su azioni lucide e mirate.

Il fischio finale sancisce la meritata vittoria del Montanaso.